Scultura

sc1La collezione di scultura del Museo annovera alcune importanti testimonianze sul primo cristianesimo ad Ischia, come la preziosa fronte di sarcofago con il miracolo di Betzata o Bethseda risalente alla fine del IV inizio V secolo. Rappresenta cinque scene evangeliche, che sono, da sinistra a destra: Gesù che guarisce i due ciechi; una donna; la guarigione del paralitico a Gerusalemme presso la piscina Bethesda (da cui il nome ai sarcofagi che rappresentano questa scena evangelica); Zaccheo sull’albero; l’ingresso trionfale di Gesù in Gerusalemme.
In questa sezione sono conservati alcuni frammenti di monumenti sepolcrali del XIV e XV secolo, appartenenti ad antiche nobili famiglie: Cossa e Taliercio, opere di scultura napoletana trecentesca, provenienti dall’antica Cattedrale del castello; la lastra tombale del vescovo Innico d’Avalos del 1637; alcune epigrafi e diversi stemmi, unite a diverse statue e busti lignei.



Un nuovo sito targato WordPress